045/8403006

 

Il nostro recapito telefonico

 

segreteria@cortolex.it

 

Il nostro indirizzo mail

Tribunale di Milano – 27 febbraio 2017, ordinanza n. 5525

Cortolex > Sentenze  > Tribunale di Milano – 27 febbraio 2017, ordinanza n. 5525

Tribunale di Milano – 27 febbraio 2017, ordinanza n. 5525

MASSIMA:”Nel licenziamento per giustificato motivo oggettivo l’effettività della riorganizzazione aziendale va dimostrata in termini di necessità di sopprimere la specifica posizione alla quale è addetto il lavoratore.
Il Giudice del lavoro milanese, ponendosi in continuità la nota e recente sentenza della Corte di Cassazione n. 25201 del 2016, offre una puntuale lettura di come debba intendersi la giustificazione del recesso per motivi organizzativi. Ferma la necessità di provare rigorosamente anche l’andamento negativo dell’impresa, quando tale elemento sia invocato a giustificazione del licenziamento, il Tribunale afferma come la ragione del recesso non possa essere costituita da un generico ridimensionamento dell’attività, ma dalla “necessità” di procedere alla soppressione proprio del posto o del reparto cui è addetto il lavoratore, non potendo ammettersi una motivazione astratta, fondata sulle sole crisi cicliche dell’impresa, tale da risultare teoricamente applicabile a qualsiasi lavoratore (e ciò soprattutto in complessi aziendali di rilevanti dimensioni e soggetti a frequenti operazioni di riorganizzazione). L’effettività della ragione addotta va dunque intesa come ragione atta a produrre l’effetto di quel licenziamento e non quello di qualunque altro lavoratore.”