045/8403006

 

Il nostro recapito telefonico

 

segreteria@cortolex.it

 

Il nostro indirizzo mail

Author: Cortolex

Cortolex > Articles posted by Cortolex (Page 14)

Illegittimità licenziamento per sopravvenuta inidoneità fisica – Tribunale di Ivrea febbraio 2016

N°442/2015 R. G. TRIBUNALE DI IVREA (DOTT. LUCA FADDA) O R D I N A N Z A EX ART. 1, COMMA 47 E SS., L. 28 GIUGNO 2012 N. 92 Il giudice, a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 16/2/2016; PREMESSO - che, con ricorso depositato in Cancelleria in data 21.4.2015, Tomassoni Giuseppina evocava in giudizio Officine Meccaniche Piemontesi s.r.l., sostenendo l’illegittimità del licenziamento per sopravvenuta inidoneità fisica alle mansioni svolte intimatogli dalla società con missiva del 16.10.2014, ricevuta il 20.10.2014 e, conseguentemente, chiedendo la reintegrazione nel posto di lavoro ed il pagamento di una indennità risarcitoria commisurata all’ultima retribuzione globale di fatto percepita ai sensi...

Continue reading

Licenziamento per giustificato motivo oggetto – Tribunale di Torino aprile 2016

N. 9010/15 R.G.L. TRIBUNALE ORDINARIO DI TORINO – Sezione Lavoro – Il Giudice dott. Fabrizio Aprile, nel ricorso ex art. 1, co. 47, l. 92/12 di cui in epigrafe depositato in data 25/11/2015 da: CAZZOLA Denis, elettivamente domiciliato in Torino, via Avigliana n. 20, presso lo studio dell’avv. V.Martino che lo rappresenta e difende, unitamente alle avv.te A.S.Lamacchia e I.Pappalettera, per delega in atti parte ricorrente c o n t r o SELFITALIA S.r.l., in persona del legale rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in Torino, via De Sonnaz n. 14, presso lo studio dell’avv. prof. T.S.Musumeci e degli avv.ti R.Castelli e F.Fonzetti che la rappresentano e difendono per...

Continue reading

Corte di cassazione, sentenza 3 dicembre 2015 n. 24643

In assenza di diverse pattuizioni, il superminimo stabilito nel contratto di assunzione deve ritenersi assorbibile nei successivi miglioramenti retributivi. La Corte ribadisce, in materia, il proprio orientamento (in un caso complicato dal fatto che il superminimo individuale era stato nel tempo inglobato dalla contrattazione collettiva in altro superminimo, esplicitamente assorbibile e assorbito a distanza di tempo in occasione del passaggio ad una qualifica superiore), facendo peraltro salva l’ipotesi di diverse pattuizioni individuali o collettive e quella della natura speciale del compenso aggiuntivo, collegato a particolari meriti o oneri lavorativi del dipendente, sul quale grava peraltro la relativa dimostrazione. ...

Continue reading

Corte di cassazione, sentenza 3 dicembre 2015 n. 24647

Nel lavoro part-time, l’anzianità contributiva utile per il diritto a pensione corrisponde all’intera durata del rapporto di lavoro e non alla quantità di lavoro prestato. La questione riguardava lavoratori a part-time verticale ciclico, i quali quindi, in base ad un accordo con l’azienda, lavoravano alternando sostanzialmente un mese di lavoro con orario pieno a un mese di non lavoro. Secondo l’INPS, durante i mesi di assenza di lavoro non doveva decorrere l’anzianità contributiva utile per il diritto a pensione. La Corte, invocando il principio di non discriminazione dei lavoratori a tempo parziale stabilito dal diritto comunitario, come interpretato dalla sentenza...

Continue reading

Corte di Cassazione, sentenza 10 dicembre 2015 n. 24946

E’ sufficiente una denuncia generica del lavoratore all’INPS, d’inosservanza degli obblighi previdenziali del datore di lavoro, a impedire la riduzione della prescrizione decennale dei contributi a soli cinque anni. Com’è noto, la legge n. 335 del 1995 ha ridotto da dieci a cinque anni, a partire dal 1996, la prescrizione dei contributi della previdenza generale, facendo peraltro salva l’ipotesi di denuncia del lavoratore. Nel giudizio in esame, la Corte ha respinto le difese del datore di lavoro secondo le quali, per il mantenimento della prescrizione decennale sarebbe necessario che la denuncia indichi specificatamente le singole inadempienze datoriali e venga inoltrata anche...

Continue reading

Appello ex art. 92 c.p.c.

APPELLO ALLE ISTITUZIONI, AGLI ORGANISMI DELL’AVVOCATURA, DELLAMAGISTRATURA, DELLA POLITICA E DELLA SOCIETÀ CIVILE Accesso alla giustizia e spese processuali: Le profonde ingiustizie della giustizia civile e del lavoro.È trascorso un anno dall’entrata in vigore della modifica dell’art. 92 del codice di procedura civileche, al secondo comma, ora recita: "se vi è soccombenza reciproca ovvero nel caso di assolutanovità della questione trattata o mutamento della giurisprudenza rispetto alle questioni dirimenti, ilgiudice può compensare le spese tra le parti, parzialmente o per intero".La disposizione - che consolida il principio per cui “chi perde paga” le spese legali anchedell’avvocato di controparte, limita a rari...

Continue reading